Scelta Lingua
• 
English
Map
• 
Home
•• 
Komino
••• 
Fauna
Aeroclub Como
Golf Villa D'Este
45/45
I "PINETTI"
indietro torna a Fauna  

In alternativa alle legnaie, un buon materiale che può essere utilizzato per incrementare la riproduzione del pesce persico è rappresentato dagli alberelli di Natale “dismessi”. In primavera è facile recuperare un buon numero di piccoli abeti che, abbandonato il ruolo di “alberi di Natale”, non sono più riutilizzabili e finirebbero in discarica insieme ai rifiuti urbani. Una volta calati sul fondo del lago, questi abeti sono ancora in grado di svolgere un ruolo importante, identico a quello svolto dalle fascine di legna. Incuranti della presenza dei piccoli aghi appuntiti, i pesci persici “drappeggiano” i rami dei pini con i loro nastri ovarici, talvolta creando spettacolari e lucenti ghirlande, a mo’ di inconsueti e ritardatari addobbi natalizi. La tecnica di posa degli alberelli sommersi è molto semplice e richiede soltanto la disponibilità di una buona imbarcazione da lavoro, con la quale ci si porta in corrispondenza di un fondale non troppo scosceso, di profondità compresa fra 5 e 10 metri.
Si provvede successivamente ad appesantire i singoli pinetti con i soliti bolognini o sacchi di juta riempiti di sassi e ghiaia, legati con del filo di ferro o con un cordino di nylon alla base del tronco. Sulla cima dell’alberello viene invece fissata un bottiglia di plastica vuota ma ermeticamente chiusa, che ha lo scopo di mantenere la pianta in posizione verticale, in modo che i nastri ovarici restino ben sollevati dal fondo del lago; se i pinetti non sono eccessivamente grandi, un singolo operatore è perfettamente in grado di sollevare un alberello con relativa zavorra dal fondo dell’imbarcazione e di calarlo nel lago, nel luogo prescelto. Anche nel caso dei pinetti, è particolarmente importante disporre di un adeguato supporto subacqueo, sia per l’individuazione dei fondali più idonei, sia per le necessarie verifiche sulla reale efficacia delle operazioni e per il conteggio dei nastri ovarici deposti.



Sistema Lago di Como | AILAB | Disclaimer