Notice: Undefined index: lan in /home/sistemal/public_html/data/begin.php on line 18

Notice: Use of undefined constant cLanguage - assumed 'cLanguage' in /home/sistemal/public_html/data/begin.php on line 27

Notice: Use of undefined constant cKeys - assumed 'cKeys' in /home/sistemal/public_html/data/begin.php on line 36

Notice: Use of undefined constant cDescr - assumed 'cDescr' in /home/sistemal/public_html/data/begin.php on line 37
Chiese - Sistema Lago di Como
Scelta Lingua
• 
English
Map
• 
Home
•• 
Komino
••• 
Chiese
Aeroclub Como
Golf Villa D'Este

Notice: Use of undefined constant s - assumed 's' in /home/sistemal/public_html/chiese.php on line 79
KOMINO : Chiese
indietro torna a Chiese avanti

SACRO MONTE DI OSSUCCIO

Sesta Cappella - Orazione di Gesù nell’orto del Getsemani

Il portico che anticipa la cappella si estende a coprire tutta la larghezza del viale e le sue colonne si inseriscono sul muretto, trasformato in quel punto in sedile di pietra, per la sosta dei pellegrini.

La pianta della cappella è un ottagono di m.7x7 e fu costruita nel 1680 col patrocinio dei fratelli  Antonio e Domenico Brentano Moretto di Azzano, il cui stemma compare in facciata;  fu affrescata da Francesco Innocenzo Torriani, qui, diversamente che nelle cappelle precedenti, non solo con elementi di ambientazione e decorativi ma con un ruolo per la pittura che è narrativo di vicende precise, che vanno ad aggiungersi alla scena interpretata dalle statue. Le quattro statue e l’angelo si devono ad Agostino Silva e probabilmente a suo figlio Giovan Francesco.

Settima Cappella -  Flagellazione

Con impianto ottagono e preceduta da vestibolo, questa cappella venne edificata intorno al 1680, grazie al patrocinio finanziario di Tommaso Gilardone da Volesio e dei nipoti, con l’assistenza di frate Timoteo Snider, che sovrintendeva alla Fabbriceria ;  Il loro stemma familiare campeggia sopra una finestra laterale.

Nell’ambientazione architettonica degli affreschi, intercalati a spunti paesaggistici, sette statue scolpite da Agostino Silva raffigurano Gesù, Pilato e vari carnefici, affaccendati  nel loro bieco mestiere. Il modellato intenso dei personaggi e le loro pose plastiche imprimono drammaticità alla scena. E la connotazione morale dei caratteri crudeli degli aguzzini si trasfigura nei loro mali fisici, nei turpi gozzi che li affliggono, frequentissimi da osservare nel seicento,  per le croniche carenze alimentari di quelle popolazioni.

Ottava Cappella - Incoronazione di spine

Fu costruita nel 1666 a spese della Famiglia Gilardone da Volesio in uno dei punti più armonici del viale, dove con un colpo d’occhio si colgono insieme, sulla destra, la ottava e la nona cappella, mentre in fondo al viale appare la decima cappella, e tutte sono contornate da prati declinanti punteggiati di ulivi; L’edificio misura m. 6x6 e ha pianta ottagona preceduta da breve portico a gradini.

La decorazione statuaria comprende sei personaggi  modellati da Agostino Silva, che lasciò la sua firma  sulla parete sinistra, insieme con la data; gli affreschi sono di Carlo Gaffuri, che nel 1669 lavorerà anche a quelli della decima cappella: nella camera di tortura aguzzini deformi e gozzuti che indossano guanti di pelle e ferro procedono contro Gesù, fra eleganti soldati con corazze dorate, elmi ricercati, insegne e calzari.

Pagine    ( 1 2 3 4 5 6 7 8 9 )


Sistema Lago di Como | AILAB | Disclaimer